Stile di vita sedentario – perché fa male?


06  Gennaio 2020
 
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 23% degli adulti e l’81% degli adolescenti (con un’età tra gli 11 e i 17 anni) sono fisicamente inattivi, a causa di un’insufficiente partecipazione in attività fisiche durante il tempo libero e a causa di un incremento della sedentarietà nelle attività professionali o domestiche. Inoltre, il progressivo abbandono dell’abitudine di camminare o andare in bicicletta in favore dell’uso di veicoli a motore, così come i cambi nel disegno urbano delle città sono stati associati alla diminuzione dei livelli di attività fisica.

Lo stile di vita sedentario prevede poca o nessuna attività fisica e, di conseguenza, un bassissimo consumo di energie. Una persona che conduce uno stile di vita sedentario passa la maggior parte del tempo seduta o sdraiata, mentre usa il cellulare o il computer, mentre lavora in ufficio, mentre legge, si sposta da casa al lavoro, guarda la televisione o gioca ai videogames.

Lo stile di vita sedentario può contribuire alla manifestazione di malattie croniche prevenibili, ad esempio: problemi cardiaci, ictus e diabete di tipo 2, senza contare che contribuisce all’aumento di peso e all’obesità. Lo stile di vita sedentario è stato collegato anche con alcuni tipi di cancro, che includono il cancro al seno e al colon.

Le persone che vivono una vita sedentaria sembrano anche essere più esposte a sviluppare problemi di salute mentale.

L’inattività fisica è stata definita come il quarto maggior fattore mondiale di rischio di mortalità, in quanto rappresenta il 6% delle morti in tutto il globo. Il tipo e l’intensità di attività fisica consigliata varia a seconda dell’età e dello stato di salute di ciascun individuo.

In genere si consiglia che i bambini/ragazzi tra i 5 e i 18 anni totalizzino almeno 60 minuti di attività fisica giornaliera di intensità tra moderata e alta. Dovrebbero fare esercizi aerobici ogni giorno, ed esercizi più intensi per fortificare muscoli e ossa almeno tre volte a settimana.

Gli adulti, invece, dovrebbero fare almeno 150 minuti a settimana di moderati esercizi aerobici, o almeno 75 minuti se l’attività fisica è di maggiore intensità – oppure una combinazione di esercizi moderati e più intensi. Per fortificare i muscoli, si consiglia di fare esercizi che coinvolgono i maggiori gruppi muscolari due o più volte a settimana. Le persone mature che non possono fare attività fisica nella quantità consigliata a causa di problemi di salute dovrebbero tuttavia tentare di fare tanta attività fisica quanta la loro abilità e stato di salute permettano.

A prescindere dall’età, chiunque sia fisicamente inattivo otterrà benefici nell’aumentare la quantità di attività fisica. In ogni caso, nonostante fare attività fisica sia cruciale, passare il resto della giornata seduti o sdraiati rappresenta un rischio per la salute. Anche se ci si allena per 30 minuti ogni giorno, si potrebbe non controbilanciare gli effetti dello stile di vita sedentario che si conduce per il resto della giornata.

È vitale incorporare più movimento nella nostra rutine quotidiana. Ci sono molte maniere per farlo, tanto a casa propria o sul posto di lavoro, senza causare troppi scombussolamenti nella nostra tabella di marcia.

  • Andare al lavoro in bicicletta, facendo jogging o semplicemente a piedi (anche se solo per parte del tragitto).
  • Farsi 20 minuti di passeggiata a passo veloce tutte le sere dopo cena.
  • Parcheggiare la macchina un po’ più lontano dall’ufficio o dai negozi, per poi farsi la strada a piedi.
  • Scendere dall’autobus (o dal treno) una fermata prima della propria vera meta.
  • Salire le scale invece di prendere l’ascensore.
  • Stare in piedi mentre si parla al telefono.
  • Stare in piedi quando si viaggia sui mezzi pubblici urbani, invece di prendere posto.
  • Fare delle passeggiate (o del jogging) con un collega durante la pausa pranzo.
  • Portare i figli a scuola a piedi, quando è possibile.
  • Camminare intorno al campo mentre si guardano i figli giocare una partita con la loro squadra.
  • Alzarsi in piedi ogni trenta minuti quando si lavora al computer.
  • Limitare il tempo speso a guardare la TV e alzarsi sempre in piedi quando c’è la pubblicità. 
Sotto molti aspetti, l’ambiente in cui viviamo e la vita moderna sono fatti per stare seduti. Rilassarsi è sempre benefico, ma è vitale ridurre il tempo che si passa seduti ogni giorno, incorporando anche esercizi fisici adeguati nella nostra rutine quotidiana. Prima lo si fa, meglio è.